Il Parco fluviale della Sarca: dai ghiacciai dell'Adamello agli ulivi del Garda

Il fiume Sarca nasce dai ghiacciai dell'Adamello, percorre valli alpine impervie e selvagge, attraversa zone collinari di grande bellezza e conclude il suo corso nel mite Lago di Garda. ll Parco Fluviale della Sarca si estende lungo l'intero fiume di 80 km il quale comprende un tratto superiore detto alto corso e uno inferiore detto basso corso: un percorso ecologico in grado di collegare: il Lago di Garda, le altre Aree Protette esistenti e il Parco Naturale Adamello-Brenta.

Questa zona è stata popolata fin dall'antichità, troverete infatti ponti, castelli e chiese che vi faranno scoprire la storia unica del luogo. All'interno del Parco Fluviale della Sarca si trovano ben 27 aree protette con habitat differenti, fra siti Natura 2000, riserve naturali e locali, che rendono il parco un importante unione di biodiversità grazie alla presenza di molte specie di flora e fauna, alcune delle quali presenti solo in Trentino.

Oltre al bellissimo Lago di Garda, alle varie Aree Protette esistenti e al Parco Naturale Adamello-Brenta, nella parte bassa del Parco Fluviale sono presenti ben 5 laghi: i tre maggiori di

S. Massenza, Toblino e Cavedine e i due piccoli gioielli del Lago Bagattoli e del Laghisol.

Ghiacciai, cascate, torbiere sono per lo più presenti nella zona dell'alto corso del fiume Sarca, che nasce dai maestosi ghiacciai dell'Adamello e della Presanella (Dolomiti di Brenta Patrimonio dell'Umanità), e conclude il proprio percorso in soli 80 km all'interno del più grande lago d'Italia, il Garda.

Questo fiume Sarca attraversa diverse valli alpine come la val Genova e la Vallesinella, poi scende fra i pascoli della val Rendena verso Tione di Trento. Da qui la Sarca lascia il suo antico percorso (verso sud fino al lago d'Idro), vira ad est, costeggia le rive di antichi borghi fino ad entrare nella valle delle Giudicarie Esteriori, valle stupenda riconosciuta da UNESCO come Riserva della Biosfera.


Giunta a metà del proprio cammino, la Sarca entra nell'angusta forra del Limarò a Comano Terme scendendo fino al paese di Sarche, per poi fluire dolcemente verso il lago di Garda.

Il Parco Fluviale della Sarca è la nuova denominazione della Rete di Riserve Sarca, nata nel 2019 in seguito all'unione delle due Reti di Riserve Sarca Basso Corso e Sarca Alto Corso.

La Riserva della Biosfera UNESCO Alpi Ledrensi e Judicaria

Il territorio compreso tra le Alpi di Ledro e le Dolomiti di Brenta nelle Giudicarie Esteriori, con un'estensione pari a 47 mila ettari, ha ricevuto nel 2015 il riconoscimento di "Riserva della Biosfera UNESCO" nell'ambito del Programma UNESCO Man and the Biosphere - MAB. Questo riconoscimento viene attribuito ai territori che dimostrano una gestione equilibrata delle risorse naturali, in armonia con il territorio, e che si impegnano a perseguire gli obiettivi di uno sviluppo sostenibile dal punto di vista economico, ambientale e sociale.


Il territorio della Biosfera UNESCO si estende tra il Lago di Garda e le Dolomiti di Brenta, oltre 3100 m di dislivello concentrati in meno di 30 km in linea d'aria. Un ambiente ricco di biodiversità e di storia, dove le risorse naturali sono gestite collettivamente da secoli e che ha saputo mantenere un forte legame con la terra e i suoi prodotti.

Il territorio è suddiviso in tre zone: