Escursione sul Monte Misone da Rifugio San Pietro oppure da Passo del Ballino

Una delle escursioni più panoramiche e meno frequentate del GardaTrentino è senza dubbio la salita al monte Misone che si può raggiungere tramite 2 diversi trekking. Il periodo migliore parte da maggio fino a novembre.

  1. Il più "facile" dal parcheggio del Rifugio San Pietro (segnaletica SAT n. 412)

  2. Il più "impegnativo" dal Passo del Ballino (segnaletica SAT n. 432)

1. Dal Rifugio San Pietro (Tenno)

Si raggiunge con l’auto, percorrendo una strada secondaria tortuosa e con parecchi tornanti, il parcheggio poco sotto la "Sella di Calino" a quota 945. Ci sono svariate piazzole e parcheggi prima di quest'ultimo, si deve proseguire proprio fino all'ultimo parcheggio che si trova appena sotto il Rifugio San Pietro.

Da qui si prosegue a piedi e si sale lungo il sentiero sassoso SAT 412 (abbastanza ripido) nella boscaglia verso la "Sella di Castiol" a quota 1350.

Qui si effettua una lunga traversata attraverso il bosco rado, sempre più panoramico man mano che ci si alza di quota, e dopo circa 1h30-2h si raggiunge la bellissima radura di Malga Tenno o Misone a quota 1573.

Ora il sentiero sale ripido, ma senza alcuna difficoltà, per il versante settentrionale e in circa 30 minuti si raggiunge il "Caminacol" conosciuta meglio come cima del Monte Misone a quota 1803. (vedere 3 foto qui sotto)

Dalla cima si può vedere in lontananza l'ex Rifugio Misone, raggiungibile in circa 30-40 minuti percorrendo un sentiero SAT n. 433 visibile dalla cima che costeggia la nuova Malga di Tenno.

PS:(Si potrà poi ripercorrere quest'ultimo e tornare al punto di partenza dal sentiero 412 oppure scendere al Passo del Ballino, percorso SAT n.432 però meno panoramico e leggermente più ripido. Per quest'ultimo si consiglia l'utilizzo di due auto, una da lasciare al parcheggio del Passo del Ballino e l'altra che si utilizzerà per raggiungere il parcheggio del Rifugio San Pietro.)


2. Dal parcheggio del Passo del Ballino

Si prosegue a piedi lungo il sentiero segnalato SAT n.432, sentiero forestale abbastanza ripido e consigliato a persone con un buon allenamento fisico, e in circa 1h45-2h si raggiunge l'ex Rifugio Misone (Malga Fiavè).

Da quest'ultimo attraversando il sentiero SAT n. 433 in circa 30-40 minuti si arriva alla Malga di Tenno o Misone a quota 1573.

Per arrivare alla cima mancano ancora 30 minuti, sembrano tanti dopo tutti i km fatti ma sarebbe un vero peccato dopo tutta la fatica non raggiungere la cima e ripagarsi con una vista mozzafiato! Si consiglia poi di ripercorrere il sentiero SAT n. 433 e 432 per tornare al punto di partenza.

Poco sotto la cima, sul pendio con vista sul lago (color smeraldo) di Tenno potrete trovare diversi arbusti di Pino Mugo, il quale produce gemme e pigne che se raccolte in giuste quantità limitate e rispettando la natura e la montagna potrete utilizzare per produrre un toccasana per l'autunno-inverno:

Lo sciroppo di gemme e pigne verdi di Pino Mugo


Trovate la nostra ricetta nella sezione "Il Ristorante" del nostro sito web.


Post recenti

Mostra tutti