Escursione al Rifugio San Pietro attraversando la Val Lomasone: un rifugio vista Lago di Garda

Si accede alla Val Lomasone dalla strada SP213 , questa valle è molto conosciuta dagli appassionati di arrampicata per le sue falesie, e nota ai naturalisti per lo splendido biotopo. Una volta raggiunta la Malga Lomasone è possibile parcheggiare la macchina e proseguire a piedi sul sentiero SAT n. 410 che entra nei campi e poi nel bosco.

Dopo circa 30 minuti si esce dal bosco e si attraversa una radura verde circondata da imponenti montagne. Si prosegue lungo il sentiero sterrato circondati da una bellissima foresta per circa 1h e 30. Il percorso diventerà più pianeggiante e sarà un susseguirsi di sali e scendi per poi arrivare al parcheggio del rifugio e alle prime case storiche sul Monte Calino.

Si entra poi in un bosco che sembra fatato, ma che allo stesso tempo ha una storia ed un valore culturale molto importante. Infatti si possono notare diverse lapidi lungo il sentiero, un bellissimo arco che funge da portone e una croce sulla sua destra e poi affianco al Rifugio vero e proprio una chiesa storica.

Un pò di storia...

Se ne parla in diversi testamenti già dal lontanissimo 1296, vennero poi fatti vari lavori di ristrutturazione e nel 1681 fu realizzato l'ampio portico in facciata.

L'eremo annesso alla chiesa di San Pietro fu ceduto alla SAT di Riva del Garda nel secondo dopoguerra; negli stessi anni l'interno dell'edificio di culto venne ristrutturato e furono in parte cancellati affreschi che decoravano navata e abside, venne però ampliato con un fantastico rifugio alpino.

I discutibili interventi hanno permesso comunque all'antico edificio di continuare ad

accogliere i visitatori che come un tempo per scopi religiosi e non solo si recano sulla montagna. La campanella ora suona comunque raramente e le due statue lignee raffiguranti San Pietro e San Paolo sono state trasferite in altra sede.


Tornando a noi...

Al Rifugio San Pietro oltre che edifici e monumenti storici ci saranno ad accogliere tutti gli escursionisti: grandi prati verdi con un bel parco giochi, un piccolo angolo con caprette, pecore, galline e conigli apprezzatissimo da famiglie ma soprattutto dai bambini, una bellissima terrazza con vista Lago di Garda e "Busa" e la possibilità di degustare ottimi taglieri, primi piatti, secondi e dolci fatti in casa da leccarsi i baffi e all'aria aperta!

Al Rifugio si collega anche la prima tappa del "Sentiero Frassati", troverete un articolo approfondito nella sezione "da visitare" del nostro sito web.