Luoghi da scoprire durante le tue vacanze all'Hotel Angelo

  • Lago di Molveno

    Indirizzo:
    Lake Molveno, 38018 Molveno, Trentino, Italy .

    Prato inglese e acqua limpida: un meraviglioso lago incorniciato dalle montagne

    DOVE SI TROVA

    A Molveno, sull’altipiano della Paganella, a circa 16 km dall’hotel Angelo.

    COSA FARE

    Stendersi, rilassarsi, mangiare un gelato, prendere il sole, fare un bagno rinfrescante: durante la stagione estiva l’acqua del lago ha una temperatura che va dai 14 a 21 gradi.
    Il lago di Molveno è considerato uno dei più bei laghi del Trentino. Nel 2019 è stato proclamato per il 6°anno consecutivo lago più bello e più pulito d’Italia da Legambiente e il Touring Club Italiano per la qualità dell’acqua, della spiaggia e dei servizi.

    Il giro del lago di Molveno è una passeggiata molto piacevole e con panorami unici. Percorrere tutto il perimetro del lago a piedi richiede circa 2 ore a passo normale. Oppure, in bicicletta, serve circa un’ora.

    Puoi portare con te anche il tuo amico a 4 zampe: quasi tutta la spiaggia è accessibile dai cani, tranne un breve tratto nei pressi del porticciolo.

    Per i bambini sono presenti numerose aree gioco, sabbiere, minigolf, ma anche gli scivoli dell’Acqua Park, il miniclub e il pump truck con skill area, per imparare ad andare in mountain bike.

    Sul lago di Molveno si possono fare anche diversi sport: tennis, canoa, stand un paddle, ma anche un’escursione in pedalò o in barca o una nuotata nella piscina olimpionica.

    A circa 10 di minuti di auto da Molveno si trova il Parco faunistico di Spormaggiore, dove si possono scoprire e ammirare da vicino molti animali della fauna locale: orsi bruni, lupi, gufi e linci.

  • Terme di Comano, centro dermatologico d'eccellenza in Europa

    Indirizzo:
    Localita' Terme di Comano, 38070 Stenico TN, Italy .

    L'acqua che cura le infiammazioni della pelle

    L'acqua termale di Comano è unica in Italia per le sue proprietà emollienti, lenitive, calmanti e anti-infiammatorie, molto indicate nella cura di patologie della pelle come psoriasi, dermatiti ed eczemi. Si tratta di una terapia completamente naturale che porta risultati duraturi, se le si dedica il tempo necessario. La cura consiste in 12-25 bagni termali da effettuare in 12-15 giorni consecutivi. Le modalità di cura sono personalizzate e vengono definite dal medico termale il primo giorno di cura.

    A Comano si effettuano anche altri trattamenti, come le cure inalatorie (ideali per i soggetti più sensibili, come chi soffre di allergie), gli idromassaggi per la circolazione e la cura idropinica, come terapia diuretica e depurativa.

    La cura termale può essere effettuata in convenzione con il Servizio Sanitario Nazionale, presentando una ricetta del medico di base.

    Per maggiori informazioni: www.termecomano.it

  • Parco delle Terme di Comano

    Indirizzo:
    Via Cesare Battisti, 10, 38077 Ponte Arche TN .

    Passeggiare, respirare, rilassarsi: 3 km di percorsi pedonali tra i mille colori della natura

    Oltre ad offrire trattamenti curativi e di Medical Spa all’avanguardia, il centro termale di Comano si fa apprezzare anche per la collocazione paesaggistica nell'ambito del Parco Naturale Adamello Brenta, grazie alla quale una vacanza estiva fatta di aria pura, tranquillità e magnifiche escursioni in montagna si può abbinare ai cicli di terapie termali, rendendo più piacevoli i momenti dedicati alle cure.

    Inoltre, l’assenza di rumori e di inquinamento, i ritmi lenti e tranquilli della natura incontaminata ed una moderata ma tonificante attività sportiva sui sentieri di montagna sono il modo migliore per rendere ancora più efficaci i trattamenti effettuati presso le Terme di Comano.

    Il parco ospita due laghetti artificiali, due parchi gioco attrezzati per bambini, un campo da basket e pallavolo, due campi da bocce, un percorso vita e un bar con servizi.

  • Castello di Stenico e cascate del Rio Bianco

    Indirizzo:
    Val Giudicarie, 38070 Stenico TN, Italy .

    Tra dame e cavalieri, guardie e prigionieri: il centro del potere locale nel Medioevo.

    DOVE SI TROVA

    Su un’altura, in una posizione privilegiata da cui si gode di un panorama unico, nel comune di Stenico, a 4 km dall’hotel Angelo.

    COSA FARE

    Visitare il castello

    Il castello di Stenico è stato per 8 secoli il centro politico, amministrativo e giudiziario dell'intera valle delle Terme di Comano.
    Era infatti un’importante fortezza per la difesa, il controllo e il dominio del versante occidentale del Trentino, ma anche dimora del Capitano delle Giudicarie, incaricato dei Principi Vescovi di Trento, che aveva il compito di amministrare la giustizia.

    Nel medioevo il castello fu trasformato in elegante dimora dai principi vescovi di Trento, che vi trascorrevano le vacanze estive. A questo periodo risalgono la maggior parte degli affreschi e delle decorazioni che sono ancora visibili all'interno delle sale.

    Gli arredi e gli oggetti esposti nel castello appartengono alle collezioni del Museo Castello del Buonconsiglio di Trento, di cui il maniero è sede distaccata. L’esposizione comprende una pregiata sezione archeologica dedicata alla storia locale ed un’esposizione di mobili, affreschiarmi e antichi utensili. Ogni sala è caratterizzata da un tema diverso: la cucina, la stanza del vescovo, le sale di rappresentanza, le camere da letto, la sala delle guardie, la sala del giudizio, le prigioni…

    Da qualche tempo il castello di Stenico è anche sede della Biosfera Unesco Alpi Ledrensi e Judicaria.

    Oltre all'imponenza e alla bellezza del castello, è impossibile non notare il meraviglioso panorama che una posizione così privilegiata offre. Dalle finestre e dai giardini del castello si può infatti ammirare gran parte della nostra valle. E se si ascolta attentamente si può anche sentire il rumore delle cascate del Rio Bianco, raggiungibili con una breve passeggiata.

    Visitare Stenico

    Ai piedi del castello si trova la collezione etnografica “Par Ieri”, “sembra ieri”, un’interessante esposizione di oggetti di uso quotidiano del secolo scorso.

    Attraverso una breve passeggiata si arriva alle Cascate del Rio Bianco, che si possono vedere da vicino attraversando una passerella in ferro. Proseguendo la passeggiata si arriva alla Casa del Parco Flora e al giardino botanico del parco Naturale Adamello Brenta.

    Proseguendo ancora si arriva nel magico mondo del Bosco Arte Stenico: un percorso in mezzo al bosco costellato da opere d’arte realizzate da artisti internazionali con materie prime naturali come legno e pietra.

  • Lago di Tenno e borgo di Canale

    Indirizzo:
    Villa Canale, 49, 20121 Ville del Monte, Tenno TN , Italy .

    Un lago turchese che sembra dipinto, un vero panorama da cartolina

    DOVE SI TROVA

    Il lago di Tenno si trova a circa 19 km dall’Hotel Angelo. Da Ponte Arche bisogna prendere la strada per Fiavè e proseguire attraverso il passo del Ballino, finché dalla strada, sulla sinistra, si può ammirare l’azzurro del lago. I parcheggi si trovano poco dopo.

    COSA FARE

    Rilassarsi sulla spiaggia, prendere il sole, passeggiare regalandosi un momento di profondo contatto con la natura.... ed ammirare l’acqua azzurra e limpida e gli isolotti che si trovano in mezzo al lago.

    Questo lago dai colori pastello, circondato da pascoli e foreste, nasconde infatti altri segreti. Sul lago si trova una piccola isola che custodisce un particolare biotopo e, per brevi periodi, quando il livello dell’acqua si abbassa, ne emerge anche una seconda, chiamata Isola dell’86, poiché è in quell'anno che è stata avvistata per la prima volta. Ecco, dunque, perché il lago ha la sua “isola che non c’è”. A volte è visibile, altre no.

    Infine, dall'unico emissario del lago si forma la Cascata del Varone e il parco Grotta Cascata Varone è una delle attrazioni più suggestive di questa zona: qui potrete seguire un percorso tra ponti, scale, sentieri e tunnel scavati nella montagna.

    Il lago di Tenno si trova a 570 metri sul livello del mare e vicino al borgo medievale di Canale di Tenno uno dei borghi più belli d’Italia, dove il medioevo si respira nell'aria. A Canale è possibile visitare la Casa degli Artisti, dedicata a Giacomo Vittone, pittore adottivo di questi luoghi.
    A Canale di Tenno si svolgono ogni anno due eventi molto suggestivi: Rustico Medioevo, festival di arti varie che riporta in scena alcuni momenti di vita medievale del borgo, e che si svolge a inizio agosto; in inverno, invece, le viuzze ospitano i tradizionali mercatini di Natale.

  • Museo delle Palafitte di Fiavé - UNESCO

    Indirizzo:
    Via 3 Novembre, 53, 38075 Fiavè TN, Italy .

    Un tuffo nella preistoria: come vivevano in Trentino 4.000 anni fa?

    DOVE SI TROVA

    Il museo delle palafitte si trova a Fiavè, a 7 km dall’hotel Angelo, nell'antica casa Carli, tipica casa rustico-signorile delle Valli Giudicarie.  

    COSA FARE

    Visitare il museo con le sue installazioni moderne e interattive

    Sono presenti moltissimi oggetti risalenti al tempo in cui a Fiavè c’erano i villaggi di palafitte, tra il quarto e il secondo millennio A.C. Questi oggetti provengono dalla vicinissima area archeologica, che si trova, sempre a Fiavè, a circa 1 km dal museo, appena fuori dal centro abitato.

    Nel museo c’è una ricca e importante testimonianza della vita quotidiana nella preistoria: vasi in ceramica, monili in bronzo, ma anche in ambra balticaoro (rarissimi all’epoca), oggetti in legno tra i più antichi al mondo, fortunatamente sopravvissuti per 3400-3800 anni, come tazze, mestoli, falcetti, trapani, manici per ascia. E inoltre si possono osservare i resti degli alimenti che quelle genti coltivavano e raccoglievano.

    L’intero secondo piano del museo si intitola “Un giorno in palafitta” ed è dedicato alla ricostruzione della vita quotidiana nel Trentino preistorico. In questa sezione il villaggio rivive in un grande plastico con oltre 70 personaggi. Inoltre vengono descritte numerose attività quotidiane ed è possibile partecipare a laboratori, su prenotazione.

    Visitare l’area archeologica

    Appena fuori dal centro abitato di Fiavè si trova l’area archeologica, che fa parte dei siti palafitticoli preistorici dell’arco alpino riconosciuti dall'UNESCO. Qui sono ancora visibili i resti delle palafitte preistoriche che emergono dalle acque di un piccolo lago. Inoltre recentemente sono state erette delle ricostruzioni a grandezza naturale delle palafitte, che saranno presto visitabili.

    Gli scavi archeologici condotti negli anni '60 hanno riportato alla luce molti oggetti di uso quotidiano risalenti all'età del bronzo: vasi, ciotole, cestini, tracce di cibo, armi, utensili da cucina…

    L’area archeologica si trova all’interno del biotopo di Fiavè, area naturale protetta che ospita un gran numero di piante e animali, alcuni molto rari. Passeggiando nel biotopo, se si è fortunati, si potranno osservare diversi uccelli acquatici, come il germano reale e la gallinella d’acqua. Sono presenti anche il rospo comune, la rana verde e la rana montana, ma anche animali selvaggi come caprioli o cervi provenienti dalle montagne limitrofe.
    Per quanto riguarda la vegetazione, è molto varia grazie ai diversi tipi di terreno presenti in quest’area: canneti con cannucce di palude, carici, terreni di torbiere, prati umidi e boschetti di salice cinerino. Nei laghetti del biotopo crescono anche le ninfee.

    ORARI DEL MUSEO:

    Dal 01 marzo al 17 giugno 2019 e dal 10 settembre al 31 ottobre 2019

    sabato, domenica e giorni festivi: 14.00 - 18.00

    Dal 18 giugno al 9 settembre 2019

    da martedì a domenica: 10.00 - 13.00 / 14.00 - 18.00

     

    Altri luoghi interessanti nei dintorni: Lago di Tenno e borgo di Canale, Lago di Garda, Borgo di Rango, Balbido il paese dei murales

  • Cascate di Nardis

    Indirizzo:
    Via Val di Genova, 38080 Carisolo TN .

    DOVE SI TROVANO

    Le Cascate di Nardis si trovano a circa 35 km dall’hotel Angelo, in direzione Madonna di Campiglio. Si trovano all’interno della Val di Genova, nel Parco Naturale Adamello Brenta.

    COSA FARE

    Vi proponiamo un’escursione a piedi attraverso la Val di Genova, dove si trovano le sorgenti di un braccio del fiume Sarca. Qui affluiscono le acque dei torrenti glaciali dell’Adamello e della Presanella.

    La passeggiata parte dal parcheggio Ponte Verde, che si raggiunge con l’auto sulla strada Val di Genova da Caderzone, prosegue verso le cascate Nardis e Lares, fino alla frazione “La Todesca”.

    Partendo dal parcheggio “Ponte Verde” attraversiamo il ponte sul Sarca di Genova e iniziamo il sentiero B01 (Sentiero delle Cascate) in direzione Cascate Nardis. Il sentiero conduce attraverso il bosco e segue il corso del fiume. Dopo soli 10 minuti raggiungiamo l’imponente cascata di Nardis, che merita assolutamente una visita. Lungo il sentiero vediamo anche la Cascata del Casöl e la Cascata Lares. Terminiamo la nostra escursione all’altezza della Cascata Folgorida presso la frazione “La Todesca”.

    Volendo è possibile continuare l’escursione per altri 6 km fino ad arrivare alla Malga Bedole. In alta stagione, i bus navetta del Parco Naturale Adamello Brenta attraversano la valle, riconducendo al punto di partenza Ponte Verde.

  • Castel Toblino

    Indirizzo:
    Via Caffaro, 1, 38072 Sarche TN, Italy .

    Un romantico castello nel bel mezzo del lago

    DOVE SI TROVA

    Il Castello di Toblino si trova a circa 13 kmdall’Hotel Angelo, sulla strada che porta a Trento, poco dopo il centro abitato di Sarche. È molto ben visibile dalla strada.

    CHE COSA FARE

    Una piacevole passeggiata lungo le sponde del lago, anche attraverso le passerelle in legno. Nel canneto, in acqua o sulle rive è possibile osservare diverse specie di uccelli, soprattutto acquatici, come cigni, anatre, germani reali, usignoli e aironi cinerini. Dal 1992 il lago è entrato a far parte dei biotopi della Provincia Autonoma di Trento e gode delle tutele riservate alle aree protette.

    Il Castello di Toblino sorge su una piccola e protetta penisola che si estende nel cuore del Lago di Toblino, tra vigneti e boschi secolari del Trentino. La rocca risale al 1200 d.c. e in origine svolgeva una funzione militare-strategica lungo la strada per le Giudicarie. Il castello è stato poi ristrutturato nel Cinquecento dai Principi Vescovi di Trento.
    Il castello ora è di proprietà privata, ospita un bar e un ristorante aperti da marzo a ottobre, ai quali si accede direttamente dal portone principale: il bar è dotato di una splendida terrazza panoramica. Il castello è circondato da un grande parco e un’ampia cinta merlata. L’interno della struttura è visitabile solo su appuntamento oppure durante gli eventi che vengono organizzati soprattutto in estate. Il castello ospita anche eventi privati come matrimoni e cerimonie.

    TRA STORIA E LEGGENDA

    Castel Toblino non è solo famoso per la sua singolare posizione e per il bellissimo panorama che lo circonda. Tra le sue mura sono nate tante cupe leggende che si sono sviluppate nel tempo.

    2000 anni fa infatti il castello aveva una funzione magico-religiosa, quando il livello del lago era più alto di circa due metri e il lembo di terra, su cui oggi sorge il castello di Toblino, era un'isola nel mezzo del lago. Gli antichi abitanti del luogo credevano che quel luogo fosse sacro ed edificarono un tempietto dedicato al culto dei Fati, antiche divinità romane capaci di predire il destino. Lo "certifica" una lapide murata nel portico del castello che l’archeologo Paolo Orsi definisce "unica nel suo genere nella realtà epigrafica romana".

    Il castello racconta anche un’altra leggenda: quella dell’amore proibito tra l’influente vescovo di Trento, Carlo Emanuele Madruzzo e Claudia Particella, conclusa tragicamente.

  • Riva del Garda e Cascate del Varone

    Indirizzo:
    38066 Riva del Garda, Trentino, Italy .

    Una passeggiata sul lungo lago, shopping nelle boutique del centro storico ma anche visite culturali

    DOVE SI TROVA

    Riva del Garda si trova a circa 35 km dall’Hotel Angelo. È possibile raggiungere Riva del Garda attraverso la strada per Trento, svoltando a destra alla rotonda di Sarche, oppure attraverso il passo del Ballino, passando per Tenno (dalla strada si può ammirare il lago di Tenno).

    CHE COSA FARE

    Riva del Garda

    Siamo a 65 metri sul livello del mare, il clima è mite e le spiagge del Lago di Garda sono un luogo ideale sia per prendere il sole che per fare una bella passeggiata, magari gustandosi un gelato!
    La cittadina e i suoi dintorni sono ricchi di ulivi, limoni e palme e sembra quasi di trovarsi sul mare, ma le montagne che la circondano ci ricordano che siamo in Trentino, tra le Dolomiti.

    Molto piacevole può essere anche una passeggiata nel centro storico di Riva del Garda, un’area pedonale ricca di luoghi da visitare, ma anche di negozietti, boutique, bar e gelaterie.

    Passeggiando nel centro storico con le sue costruzioni in stile lombardo-veneto vi consigliamo una visita alla Rocca di Riva, risalente al 1124, sede del Museo dell’Alto Garda che ospita la Pinacoteca. Qui sono esposti reperti dalla preistoria al Medioevo e fino ai giorni nostri. D’inverno la Rocca ospita la Casa di Babbo Natale, una vera gioia per i bambini.
    Successivamente si può raggiungere la Torre Apponale, sulla quale si può anche salire. La torre è alta 34 metri ed è situata su Piazza 3 Novembre, il cuore del borgo. In cima alla torre vedrete il simbolo di Riva, l’Anzolim, un angelo di bronzo.
    Un’altra zona caratteristica di Riva è il quartiere del Marocco, dove troverete scorci molto caratteristici.

    La zona di Riva del Garda offre poi la possibilità di fare molti sport: vela e windsurf sul lago, parapendio, passeggiate, mountain bike, arrampicata, vie ferrate e canyoning nei dintorni: Riva del Garda è una vera palestra a cielo aperto.

    Cascate del Varone

    Altra attrattiva del territorio è rappresentata dalla Cascata del Varone, con il Parco Grotta Cascata Varone, meta di tantissimi turisti per via del suggestivo salto di circa 100 metri del torrente Magnone, alimentato dalle acque del Lago di Tenno.